lunedì 18 gennaio 2021

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Lega), “Sovraffollamento Linea 91, Sala inadeguato a gestire la pandemia”

"Le immagini del sovraffollamento sulla linea ATM 91 in viale Stelvio, pubblicate stamane sul sito internet del quotidiano Mi-Tomorrow, evidenziano ancora una volta come il Sindaco Sala non stia facendo nulla per evitare la diffusione del virus a Milano”, denuncia Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 e Responsabile Enti locali cittadino della Lega.

“Ricordiamo tutti la polemica del Sindaco contro la Regione, mentre sosteneva la necessità di riaprire le scuole superiori plaudendo alla sentenza del TAR. Non possiamo dimenticare neanche le parole dell’Assessore Granelli che il 14 gennaio scorso dichiarava che Milano era pronta per garantire i trasporti pubblici in sicurezza. Le foto dell’autobus stracolmo ben oltre il 50% della capienza, come sarebbe stabilito dalla norma, dimostrano ancora una volta come la Giunta milanese sia in grado solo di fare chiacchiere a mezzo stampa, ma di non essere capace di muovere un dito per la sicurezza sanitaria dei cittadini. Come sarà possibile riaprire le scuole se il Comune continuerà a non fare la sua parte?”.

“Chi controlla gli accessi, in special modo sui mezzi di superficie? Il conducente ATM a rischio linciaggio? I controllori che fanno già fatica a verificare il pagamento del biglietto ordinario? La Polizia Municipale? Eventuali altri addetti incaricati dal Comune? La risposta, ahimè, è una soltanto: nessuno, poiché il Comune non ha previsto i controlli”, conclude Piscina. "L’inadeguato Sindaco Sala, invece di rimanere comodo sulla sua poltrona Frau a scrivere libri in questo periodo di pandemia, dovrebbe darsi una svegliata e attivare una modalità di controllo per impedire che i mezzi di ATM siano sempre pieni al 150%, come accaduto fino a oggi, e occuparsi della città e dei milanesi”.

giovedì 31 dicembre 2020

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2), “Con SOS Milano consegnati pacchi alimentari ai bisognosi per l’ultimo dell’anno”

 “È stato un grande piacere quest’oggi consegnare i pacchi alimentari alle persone in difficoltà, per garantirgli un Capodanno dignitoso, facendo un piccolo gesto di sostegno e portando un minimo di conforto nelle loro case”, interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.

“Voglio sentitamente ringraziare i volontari che in questi mesi hanno aiutato le persone colpite dalla crisi e dalla pandemia. In particolare, in questo caso, l’associazione SOS Milano, la quale ha con il Municipio 2 un rapporto di collaborazione e stima che perdura da anni e che ha partecipato e vinto il nostro bando di gara, permettendoci di fare ancora una volta del bene per i cittadini. Voglio sottolineare che tutti i prodotti distribuiti sono stati acquistati nelle attività commerciali del territorio municipale, offrendo quindi un piccolo aiuto anche ad alcuni negozianti che fanno parte di quelle categorie che stanno vivendo un momento davvero problematico”.

“Il virus ha creato a tutti delle significative difficoltà, colpendo anche diverse persone che già affrontavano situazioni complesse, senza guardare in faccia nessuno. Per questo motivo, il Municipio 2 quest’anno ha destinato la prevalenza dei fondi disponibili del proprio bilancio alle iniziative relative al sociale, cercando di aiutare chi avverte vecchie o nuove necessità”.

“Con il nuovo anno continueremo a dare seguito alle spese in aiuto di chi ne ha bisogno a causa del virus e della crisi che il Governo giallo-rosso continua ad alimentare. Compatibilmente con le risorse e i poteri a disposizione, siamo in prima linea per aiutare chi è stato dimenticato da Conte, supplendo anche a diverse dimenticanze e assenze comunali. Per questo motivo rinnoviamo l’appello a valorizzare sempre più i municipi di Milano”, conclude il presidente leghista, “destinando opportuni poteri e risorse ai parlamentini, vero e proprio caposaldo e punto di riferimento nei quartieri della nostra città. La politica deve essere fatta nelle strade tra i cittadini, non comodamente seduti sulla poltrona come il Sindaco Sala!”.

lunedì 28 dicembre 2020

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina e Alessio Ruggeri (Lega Municipio 2), “Piano neve, strade e marciapiedi impraticabili e alberi caduti. Sala dimostra sua incompetenza”

“Sono bastati 4 fiocchi di neve, una decina di centimetri bianchi per mettere la città in estrema difficoltà, come se ci trovassimo in una regione dove di rado si vede la neve”, denunciano Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano e Alessio Ruggeri, capogruppo municipale del carroccio. Chiunque avrebbe intuito la preannunciata necessità dell’utilizzo dei mezzi spazzaneve sin dalla nottata…chiunque tranne Sala!”

“Al di fuori del Municipio 1 gli spazzaneve non sono pervenuti, le strade e i marciapiedi sono impraticabili con i cittadini che rischiano continuamente di capitombolare a terra e ci giungono decine di segnalazioni su alberi caduti a causa del peso della neve”.

“Il caso più eclatante si è verificato in via Mattei, dove una pianta di decine di metri d’altezza è caduta all’interno del giardino della scuola, costringendo i vigili del fuoco ad intervenire per interdire la strada. Per sola fortuna l’edificio non ha riportato danni, ma se fosse cascata verso le aule durante una giornata di lezione? Perché il Comune non ha controllato che quelle piante fossero sane?”

“Non ci voleva una laurea per capire che sarebbe stato necessario un adeguato piano neve per questa giornata”, concludono i 2 esponenti leghisti. “Il Sindaco ancora una volta dimostra tutta la sua incompetenza e inadeguatezza a gestire i problemi della città! Milano non è solo il Municipio 1!”

 

domenica 20 dicembre 2020

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2): “Omicidio via Macchi, Sala responsabile! In Centrale insicurezza senza precedenti”

“L'omicidio di via Macchi, avvenuto per sgozzamento ed eseguito da una coppia nordafricani, è di una gravità inaudita e la responsabilità è in primis del Sindaco”, interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.

“Mi rendo conto che siano parole forti, ma è fondamentale fare nomi e cognomi poiché le negligenze di Sala sono evidenti e non può non sentirsi pienamente imputabile del degenerare della situazione! Le politiche migratorie volute dalla sinistra in questi anni, sostenute dal Sindaco che ha reso Milano un centro immigrati, hanno portato a una condizione d'insicurezza senza precedenti in Stazione Centrale. Il Municipio 2 a più riprese ha sollecitato a Sala l'urgenza di contrastare la criminalità con azioni concrete, ricordando al Sindaco che partecipa al Comitato Provinciale per la pubblica sicurezza e che dispone direttamente delle forze della Polizia Locale. Purtroppo, nonostante l’avessimo messo in guardia, Sala non ha mosso un dito e Milano si trova ancora una volta in mezzo al far west. Ci fa piacere che ora il Sindaco voglia valutare un maggior numero di Forze dell’Ordine, ma un buon amministratore si riconosce soprattutto sulla capacità di prevenire certe situazioni. Se solo ci avesse ascoltati, magari avremmo potuto evitare l’ennesimo omicidio”.

“È evidente che ci sia una motivazione se Milano è sprofondata al penultimo posto nella classifica sulla sicurezza in Italia ed è tutto merito dell’incompetenza di Sala”, chiosa l’esponente leghista, “troppo impegnato a fare video invece di occuparsi dei numerosi problemi di sicurezza della città. Milano merita di meglio!”.