domenica 31 gennaio 2021

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, “Commemorazione commovente patrocinata dal Municipio. Caduta di stile di Sala, il Memoriale non è luogo dove mettersi in mostra”

“Il Municipio 2 anche quest’anno è stato felice di patrocinare la commemorazione al Memoriale della Shoah alla quale ho potuto partecipare stamane”, interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.

“Oltre agli organizzatori, in particolar modo il Presidente Jarach per la sua gentilezza e disponibilità, voglio ringraziare la deputata Federica Zanella della Lega per la sua presenza alla commemorazione e il Sottosegretario Alan Rizzi che è intervenuto in rappresentanza di Regione Lombardia, portando i sentiti saluti e la vicinanza del Governatore Fontana alla Comunità ebraica. Nonostante le restrizioni dovute al perdurare della pandemia che ci hanno costretto a svolgere l’iniziativa in streaming e a porte chiuse, è stata una cerimonia davvero sentita e commovente, specialmente nell’intervento della Senatrice Segre che, come sempre, ha portato la sua testimonianza diretta dell’olocausto”.

“Sono purtroppo dispiaciuto che la cerimonia sia stata rovinata dell'ennesima caduta di stile strumentale del Sindaco Sala. La celebrazione, realizzata con il patrocinio del Municipio 2, non ha connotati partitici, è un momento sacro di memoria e non dovrebbe essere utilizzata a proprio piacimento dal Primo Cittadino per mettersi in mostra. Voglio ricordare a Sala che i partiti che faziosamente definisce razzisti sono gli stessi che in Municipio 2 hanno collaborato ogni anno con il Memoriale per patrocinare e finanziare la commemorazione, gli stessi che hanno realizzato e finanziato iniziative insieme alla Comunità Ebraica, gli stessi che hanno fondato e aiutato il Memoriale sostenendolo economicamente, sia tramite la Regione che ai tempi attraverso il Comune”.

“Fatemelo evidenziare: c'è una netta differenza tra chi partecipa a un evento per mettersi cinicamente in mostra facendo sparate mediatiche e chi, invece, contribuisce attivamente affinché la memoria non venga sepolta” conclude il Presidente leghista. “È evidentemente una questione di educazione e rispetto. Fossi in Sala chiederei scusa per aver rovinato a scopo elettorale una così sentita ricorrenza e mi affretterei a dare una risposta alla proposta che ho inviato alla Giunta comunale per intitolare il giardino di via Padova – Giulietti a Oskar Schindler e a tutti coloro che hanno salvato la popolazione ebraica durante la Shoah”.

mercoledì 27 gennaio 2021

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Presidente Municipio 2 Lega), “Dedicare giardino di via Padova - Giulietti a Oskar Schindler”

 “Il Municipio 2, come ogni anno, celebra con profonda commozione il Giorno della Memoria”, interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.

“Anche quest’anno, nonostante la pandemia, parteciperemo attivamente alla consueta commemorazione presso il Binario 21, sito nel nostro territorio municipale, che abbiamo patrocinato insieme alla Comunità Ebraica di Milano, al Memoriale della Shoah e alla Comunità di San’Egidio. Non mancherà inoltre la nostra presenza alla posa delle nuove pietre d’inciampo”.

“In questi ultimi mesi di mandato, mi piacerebbe però che nella nostra zona fosse lasciato un ulteriore segno tangibile di quella che è la memoria della deportazione. Per questo motivo, oggi stesso, scriverò una richiesta formale all’Assessore del Corno affinchè il giardino sito tra via Padova e via Giulietti, in corso di riqualificazione grazie ai fondi stanziati dal Municipio 2, venga dedicato a Oskar Schindler e a tutti coloro che hanno contribuirono a salvare la popolazione ebrea durante la guerra”.

“Schindler fece redigere a macchina varie liste di ebrei che tentò di salvare dall'Olocausto, in buona parte riuscendovi, sempre col pretesto di assumerli come manodopera per la sua fabbrica. Grazie alla sua influenza e capacità da mediatore, salvò la vita a più di 1000 ebrei. Il 24 giugno 1993, Yad Vashem ha riconosciuto Oskar Schindler come Giusto tra le nazioni”.

“La Shoah non può mai essere paragonata alle battaglie che qualche ragazzina fa al giorno d’oggi, come purtroppo ha inopportunamente dichiarato il nostro Sindaco”, conclude il Presidente leghista. “Con questa richiesta, vorrei che la comunità milanese potesse avere un luogo dove ricordare gli uomini e le donne valorosi simbolo della Shoah, che anteposero la vita dei perseguitati ai loro interessi. Mi sembra incredibile che a oggi, a Milano, non esista una via o un’area verde dedicata a questo eroe”.

lunedì 18 gennaio 2021

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Lega), “Sovraffollamento Linea 91, Sala inadeguato a gestire la pandemia”

"Le immagini del sovraffollamento sulla linea ATM 91 in viale Stelvio, pubblicate stamane sul sito internet del quotidiano Mi-Tomorrow, evidenziano ancora una volta come il Sindaco Sala non stia facendo nulla per evitare la diffusione del virus a Milano”, denuncia Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 e Responsabile Enti locali cittadino della Lega.

“Ricordiamo tutti la polemica del Sindaco contro la Regione, mentre sosteneva la necessità di riaprire le scuole superiori plaudendo alla sentenza del TAR. Non possiamo dimenticare neanche le parole dell’Assessore Granelli che il 14 gennaio scorso dichiarava che Milano era pronta per garantire i trasporti pubblici in sicurezza. Le foto dell’autobus stracolmo ben oltre il 50% della capienza, come sarebbe stabilito dalla norma, dimostrano ancora una volta come la Giunta milanese sia in grado solo di fare chiacchiere a mezzo stampa, ma di non essere capace di muovere un dito per la sicurezza sanitaria dei cittadini. Come sarà possibile riaprire le scuole se il Comune continuerà a non fare la sua parte?”.

“Chi controlla gli accessi, in special modo sui mezzi di superficie? Il conducente ATM a rischio linciaggio? I controllori che fanno già fatica a verificare il pagamento del biglietto ordinario? La Polizia Municipale? Eventuali altri addetti incaricati dal Comune? La risposta, ahimè, è una soltanto: nessuno, poiché il Comune non ha previsto i controlli”, conclude Piscina. "L’inadeguato Sindaco Sala, invece di rimanere comodo sulla sua poltrona Frau a scrivere libri in questo periodo di pandemia, dovrebbe darsi una svegliata e attivare una modalità di controllo per impedire che i mezzi di ATM siano sempre pieni al 150%, come accaduto fino a oggi, e occuparsi della città e dei milanesi”.