domenica 31 gennaio 2021

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, “Commemorazione commovente patrocinata dal Municipio. Caduta di stile di Sala, il Memoriale non è luogo dove mettersi in mostra”

“Il Municipio 2 anche quest’anno è stato felice di patrocinare la commemorazione al Memoriale della Shoah alla quale ho potuto partecipare stamane”, interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano.

“Oltre agli organizzatori, in particolar modo il Presidente Jarach per la sua gentilezza e disponibilità, voglio ringraziare la deputata Federica Zanella della Lega per la sua presenza alla commemorazione e il Sottosegretario Alan Rizzi che è intervenuto in rappresentanza di Regione Lombardia, portando i sentiti saluti e la vicinanza del Governatore Fontana alla Comunità ebraica. Nonostante le restrizioni dovute al perdurare della pandemia che ci hanno costretto a svolgere l’iniziativa in streaming e a porte chiuse, è stata una cerimonia davvero sentita e commovente, specialmente nell’intervento della Senatrice Segre che, come sempre, ha portato la sua testimonianza diretta dell’olocausto”.

“Sono purtroppo dispiaciuto che la cerimonia sia stata rovinata dell'ennesima caduta di stile strumentale del Sindaco Sala. La celebrazione, realizzata con il patrocinio del Municipio 2, non ha connotati partitici, è un momento sacro di memoria e non dovrebbe essere utilizzata a proprio piacimento dal Primo Cittadino per mettersi in mostra. Voglio ricordare a Sala che i partiti che faziosamente definisce razzisti sono gli stessi che in Municipio 2 hanno collaborato ogni anno con il Memoriale per patrocinare e finanziare la commemorazione, gli stessi che hanno realizzato e finanziato iniziative insieme alla Comunità Ebraica, gli stessi che hanno fondato e aiutato il Memoriale sostenendolo economicamente, sia tramite la Regione che ai tempi attraverso il Comune”.

“Fatemelo evidenziare: c'è una netta differenza tra chi partecipa a un evento per mettersi cinicamente in mostra facendo sparate mediatiche e chi, invece, contribuisce attivamente affinché la memoria non venga sepolta” conclude il Presidente leghista. “È evidentemente una questione di educazione e rispetto. Fossi in Sala chiederei scusa per aver rovinato a scopo elettorale una così sentita ricorrenza e mi affretterei a dare una risposta alla proposta che ho inviato alla Giunta comunale per intitolare il giardino di via Padova – Giulietti a Oskar Schindler e a tutti coloro che hanno salvato la popolazione ebraica durante la Shoah”.