venerdì 30 aprile 2021

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina e Luca Lepore (LEGA), “Comune sospende Taxi Solidale, da lunedì accompagnamento delle persone fragili ai centri vaccinali con Municipio 2 e SOS”

“Mentre il Comune di Milano da oggi sospende l’iniziativa del Taxi solidale, dopo aver terminato i fondi donati dalla Fondazione Guido Venosta non sborsando 1€, il Municipio 2 di Milano, da sempre attento alle esigenze dei suoi cittadini più fragili, presenta un'iniziativa importante per la propria cittadinanza: le persone fragili e con difficoltà nella deambulazione, che quindi risconterebbero problemi a recarsi al presidio ospedaliero indicato per la somministrazione del vaccino, saranno assistite in fase di prenotazione e accompagnate, con tragitto di andata e ritorno, con mezzi dell'Associazione SOS Milano”, annunciano Samuele Piscina, Presidente leghista del Municipio 2, e Luca Lepore, assessore municipale alle Politiche sociali.

"Attraverso il numero dedicato 331 1361962, da lunedì i cittadini del Municipio 2 che rispettano i requisiti potranno prenotare, nel totale rispetto delle normative vigenti, un appuntamento con un volontario che li aiuterà a formalizzare la richiesta per il vaccino sulle piattaforme telematiche in uso e, se necessario, a fissare l'ulteriore prestazione di accompagnamento, con servizio di andata e ritorno al presidio ospedaliero indicato. Da sottolineare come SOS Milano, che ringraziamo per la collaborazione e la disponibilità, abbia a sua disposizione personale competente che sappia gestire le situazioni delicate e possa mettere a disposizione mezzi adeguati per il trasporto delle carrozzine". 

"Un contributo, sostenuto economicamente dal Municipio, perché le parole al vento le lasciamo al Sindaco Sala che si diverte a fare l'influencer e non riesce a mantenere un servizio utile se non con fondi donati da terzi”, concludono gli esponenti leghisti. “Aiutando i cittadini a vaccinarsi, raggiungeremo insieme il grande risultato: la definitiva uscita dalla pandemia e il ritorno, finalmente, a una vita normale!".

lunedì 12 aprile 2021

COMUNICATO STAMPA: Piscina e Boselli (LEGA): “Area ex gasometri occupata da clandestini e rom con reddito di cittadinanza. Sala inerte, sgomberare subito!”

“Il Sindaco Sala si contraddistingue ancora una volta per l’incompetenza a gestire le problematiche e per il disinteresse verso le periferie. Le aree occupate agli ex gasometri in Bovisa ne sono l’ennesima dimostrazione”,
denunciano Samuele Piscina, Vicecommissario milanese della Lega e Monica Boselli, Assessore di Municipio 9, in seguito a un sopralluogo svolto all’interno della proprietà comunale.

“La situazione che abbiamo riscontrato durante la perlustrazione è allarmante. In diverse decine, tra clandestini e rom, risiedono nei capannoni comunali dismessi in condizioni sanitarie e di sicurezza davvero precarie. Gli occupanti hanno realizzato veri e propri alloggi con stufe, bombole a gas, cucine, tende e materassi. Abbiamo trovato anche beni di dubbia provenienza quali biciclette nuove senza la ruota anteriore. I numerosi passeggini presenti certificano la presenza di minori in un contesto sanitario davvero preoccupante. Abbiamo potuto dialogare con un Algerino, sbarcato clandestinamente circa 2 anni fa, e con diversi rom che, a favore di telecamera, hanno dichiarato apertamente e incredibilmente di percepire il reddito di cittadinanza mentre svolgono dei lavori in nero“Il Comune di Milano è responsabile di ciò che avviene in quell’area. È incredibile come da Palazzo Marino facciano finta di non sapere negando lo sgombero come da anni il Municipio 9 chiede. Ci troviamo di fronte all’ennesimo caso in cui certe categorie vengono lasciate impunite, mentre se la stessa situazione fosse causata da un cittadino milanese, pioverebbero sanzioni e arresti”, chiosano i 2 esponenti leghisti. “Mentre Regione Lombardia, nell’ambito di un accordo di programma con il Politecnico, stanzia milioni di euro per riqualificare l’area della Goccia, Sala ancora una volta rimane a guardare, inerte in attesa che altri svolgano i suoi doveri da Primo Cittadino e in attesa di poter tagliare nastri per opere non sue”.

COMUNICATO STAMPA: Piscina e Sardone (LEGA), "In via Cavalcanti 300 persone in moschea abusiva in zona rossa"


“La situazione delle moschee abusive a Milano – commentano Samuele Piscina, Presidente leghista del Municipio 2 e Silvia Sardone, eurodeputata della Lega  – è ormai un’emergenza. Pur essendo Milano in zona rossa la moschea abusiva di Via Cavalcanti è stracolma in più giorni e nei diversi orari delle preghiere. Sia giovedì che venerdi si sono radunate oltre 300 persone alla volta, addirittura con le file e le guardie di sicurezza all’esterno. Si tratta di un problema che va avanti da anni, ci sono state sentenze del giudice che hanno giudicato illegittimo l’uso di questi locali per la moschea. E’ il Comune di Milano che deve mettere i sigilli e infatti la proprietà del condominio ha avviato un procedimento contro il Comune perché inadempiente e perché non fa rispettare le regole. E’ assurdo che gli italiani vengano multati in zona rossa mentre centinaia di persone possono radunarsi illegalmente in un luogo abusivo! Inoltre non c’è nessuno controllo su chi partecipa, sulle prediche, sui finanziamenti. I cittadini della zona sono esasperati da questa situazione. Questi abusi sono indecenti”

“E’ l’esempio di una Milano dove la legalità c’è ma non per tutti. Il Comune di Milano – commenta Luca Lepore, assessore leghista al Municipio 2 - ha il dovere di ripristinare la legalità ma se ne dimentica. E’ questa la Milano che non funziona e che vogliamo cambiare!”